fbpx

BONUS PUBBLICITÀ 2022: PRENOTAZIONE DEL CREDITO FINO AL 31 MARZO

Fino al 31 marzo è possibile inviare la comunicazione per prenotare il credito d’imposta relativa agli investimenti pubblicitari effettuati o da effettuare nel corso dell’anno.
Il bonus pubblicità nel 2022 prevede il riconoscimento di un credito d’imposta nella misura del 50% degli investimenti pubblicitari effettuati su giornali quotidiani e periodici, anche on line, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali e nazionali, analogiche o digitali, non partecipate dallo Stato
Nel 2022, le farmacie possono accedere al credito di imposta, anche senza aver sostenuto nel 2021 analoghi investimenti sugli stessi mezzi di informazione (stampa e radio-tv).
Il credito di imposta spetta per gli investimenti in campagne pubblicitarie:
– sulla stampa quotidiana e periodica, anche online;
– sulle emittenti televisive e radiofoniche locali, analogiche o digitali;
– sulle emittenti televisive e radiofoniche nazionali non partecipate dallo Stato, analogiche o digitali.
Sono ammessi gli investimenti pubblicitari effettuati su emittenti televisive e radiofoniche iscritte al ROC (Registro degli operatori di comunicazione) e sui giornali quotidiani e periodici, pubblicati in edizione cartacea o in formato digitale, registrati presso il Tribunale ovvero presso il ROC e dotati del Direttore responsabile.
Per il 2022, il credito di imposta è riconosciuto nella misura del 50% del valore complessivo di tutti gli investimenti pubblicitari agevolati.

Si supponga che nel 2022 la farmacia Alfa effettui:
– investimenti pubblicitari sulla stampa per 30.000 euro;
– investimenti pubblicitari su emittenti radio-televisive locali e nazionali non partecipate dallo Stato per 40.000 euro.
Per ciascun mezzo di informazione, nel 2022, il credito di imposta richiesto è pari a:
– 15.000 euro (30.000×50%) per gli investimenti sulla stampa;
– 20.000 euro (40.000×50%) per gli investimenti su radio e tv locali e nazionali non partecipate dallo Stato.

L’agevolazione spetta comunque nei limiti delle risorse disponibili. Ai fini della concessione dell’agevolazione, non è rilevante l’ordine cronologico di presentazione delle domande, ma nel caso in cui l’ammontare complessivo dei crediti richiesti con le domande superi l’ammontare delle risorse stanziate, il Dipartimento per l’informazione e l’editoria provvederà ad una ripartizione percentuale delle risorse tra tutti i richiedenti aventi diritto.

Entro il 31 marzo 2022 è possibile prenotare il credito di imposta per gli investimenti effettuati e/o da effettuare nel 2022, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, e successivamente dal 1° al 31 gennaio 2023 si dovranno confermare gli investimenti effettivamente realizzati nel 2022.
Il credito di imposta è utilizzabile unicamente in compensazione presentando il modello di pagamento F24 a partire dal quinto giorno lavorativo successivo alla pubblicazione dell’elenco dei soggetti ammessi.
Rimaniamo a disposizione per ulteriori informazioni – Numero Verde 800.910.245
Agnese D’Amico
DataFARMA

Menu